Aaron unità cinofila da soccorso in formazione

Ci sono giornate che, facendo colazione al bar leggi solo brutte notizie, la crisi, la politica, altri giorni in cui guardi il telefono e leggi un messaggio che ti riempie di orgoglio e soddisfazione, e che ti  ricorda per quale motivo ogni domenica mattina, da due anni a questa parte ti alzi all'alba per andare a formare le unità cinofile.

Ebbene si, stanotte una delle unità cinofile in formazione si è trovata in una situazione di emergenza, una di quelle in cui non sai mai che cosa fare, e in cui (ma questo è un problema diffuso...ne parlavo proprio ieri con un'altra volontaria...a Parma) i protocolli di intervento sono macchinosi e pachidermici.

Fortunatamente le forze dell'ordine si sono rese conto della situazione, e hanno lasciato operare l'unità cinofila che dopo 20 lunghissimi minuti di ricerca ha trovato il ragazzo scomparso.

Queste sono le storie che devono essere raccontate, storie di piccoli gesti eroci quotidiani, quelle che dovrebbero riempire le prime pagine dei giornali al posto delle tresche del calciatore di turno, sono azioni che ispirano, e che dovrebbero farci credere in un mondo migliore.

Io non posso che fare i miei complimenti più sentiti a Federica e il suo Aaron.

Oggi gongoloerò tutto il giorno. Se mi incontrerete felice in giro, ora sapete perchè.

 

 

Francesco